Registrati gratuitamente

Per leggere il provvedimento integrale e scaricare il PDF è necessario essere registrati.
Clicca qui per registrarti
o Clicca qui per fare il login


Corte di Appello di Milano, sentenza 16.12.2020


L'assenza in mediazione è giustificata quando la controversia condominiale è complessa e l'amministratore ricorre in tribunale per ottimizzare i tempi e i costi.

Massima: La mancata partecipazione in mediazione del condominio in ragione della complessità l'iter procedimentale che l’amministratore avrebbe dovuto seguire per poter giungere alla sottoscrizione di una transazione in sede di mediazione con le controparti, costituisce una condotta legittima e non sanzionabile. Nel caso di specie, in sede di mediazione l'amministratore avrebbe dovuto procedere alla convocazione di un’assemblea al fine del rilascio di autorizzazione a partecipare al primo incontro di mediazione, iI seguito l’amministratore avrebbe dovuto riferire all’assemblea ed essere autorizzato a richiedere, in sede di mediazione, la nomina di consulente tecnico per procedere alla redazione della nuove tabelle, tabelle da sottoporre all’assemblea condominiale per l’approvazione all’unanimità delle stesse, trattandosi di tabelle allegate a un regolamento condominiale di natura contrattuale. L'amministratore ha invece optato per l'instaurazione di un giudizio ordinario al fine di “ottimizzare i tempi ed i costi di sostituzione delle tabelle”.