Registrati gratuitamente

Per leggere il provvedimento integrale e scaricare il PDF è necessario essere registrati.
Clicca qui per registrarti
o Clicca qui per fare il login


Tribunale di Sondrio, sentenza n.290 del 12.10.2023 - Est.Ricciardi


L'accordo di divisione ereditaria deve contenere i dati catastali e l'attestazione della regolarità edilizia degli immobili

Massima: In caso di divisione ereditaria avviata nell'ambito di una procedura di mediazione civile, qualora le parti procedono con l'estrazione e assegnazione dei lotti mediante sorteggio, per il perfezionamento dell'intesa raggiunta in mediazione è necessario: - che il verbale di conciliazione sia completo di tutti i dati catastali; - che le risultanze delle operazioni espletate davanti al mediatore (estrazione a sorte dei lotti e assegnazione) siano successivamente recepite in un verbale di conciliazione sottoscritto avanti ad un Notaio e qualora la definitiva approvazione dell’assegnazione dei lotti, integrante l’accordo divisionale suscettibile di trascrizione, non avviene davanti al Notaio, il verbale di mediazione non può considerarsi un accordo divisionale suscettibile di trascrizione; - che il verbale di mediazione contenga l’attestazione della regolarità edilizia degli immobili. Nel caso di specie le parti avevano raggiunto un'intesa precisando a verbale la procedura di sorteggio e di assegnazione dei lotti e impegnandosi "alla sottoscrizione del verbale di accordo di conciliazione completo di tutti i dati catastali e urbanistici entro ... incaricando un notaio di fiducia entro 8 giorni". Le parti tuttavia non davano seguito alle intese raggiunte e l'attore si rivolgeva al giudice chiedendo che venisse ordinata la trascrizione dei verbale di mediazione contenente la divisione e la conseguente assegnazione dei beni immobili ivi menzionati. Per il giudice, poiché le parti sono venute meno all'impegno a sottoscrivere il verbale definitivo dinanzi al Notaio, lo scioglimento della comunione ereditaria non è mai avvenuto. Inoltre, l'accordo divisionale non si è mai perfezionato perché a) privo delle indicazioni catastali; b) le operazioni di sorteggio e assegnazioni non erano state verbalizzate dinanzi al Notaio; c) il verbale di mediazione non conteneva l'attestazione in ordine alla regolarità urbanistica degli immobili. (Tribunale di Sondrio, sentenza n.290 del 12.10.2023)