Registrati gratuitamente

Per leggere il provvedimento integrale e scaricare il PDF è necessario essere registrati.
Clicca qui per registrarti
o Clicca qui per fare il login


Tribunale di Velletri, sentenza n.1729 del 13.09.2023 - Est. Baffa


Viola il dovere di buona fede e correttezza in mediazione condominiale la parte che si oppone alla richiesta di rinvio dell'incontro avanzata dall'amministratore

Massima: Viola il dovere di correttezza e buona fede in mediazione (art.8 d.lgs.28/2010), la parte attrice che si oppone alla richiesta di rinvio dell'incontro avanzata dall'amministratore al fine di munirsi di mandato assembleare, così come previsto dall' art.71 quater disp. att. c.c., ratione temporis vigente, imponendo la chiusura della procedura conciliativa. Ne consegue, che nonostante la domanda di parte attrice sia fondata, a causa della sua condotta va dichiarata la compensazione delle spese di lite. (N.B., l'attuale art. 5 ter D.Lgs.28/2010, stabilisce che l’amministratore del condominio è legittimato ad attivare un procedimento di mediazione, ad aderirvi e a parteciparvi senza necessità di ottenere un mandato assembleare).